Al Comune di Campobello raccolta firme per l’introduzione dell’Educazione Civica come materia autonoma nelle scuole

Arte e Cultura In Primo Piano Provincia

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Castiglione ha aderito all’iniziativa promossa dall’Anci per l’introduzione dell’Educazione civica come materia autonoma con voto nelle scuole.

Nel fare propria la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal Comune di Firenze, l’Associazione nazionale dei Comuni Italiani ha infatti coinvolto gli enti locali al fine di avviare una campagna di raccolta firme presso ogni Municipio a sostegno dell’importante proposta di legge che sarà presentata in Parlamento entro la fine dell’anno.

A Campobello, in particolare, sarà possibile firmare la petizione popolare, recandosi nell’ufficio di Gabinetto del Sindaco muniti di un valido documento di riconoscimento.

La proposta di legge, nello specifico, nasce dalla constatazione della necessità di recuperare una dimensione educativa che formi i giovani cittadini ai principi che consentono uno sviluppo civile e coeso della società italiana. Nella scuola si assiste infatti da anni a un progressivo indebolimento del rispetto reciproco, che rende sempre più difficile il lavoro degli insegnanti e più faticoso l’apprendimento degli studenti, soprattutto di quelli più fragili.

Ed è proprio dalla consapevolezza dell’urgenza di dover operare per una maggiore diffusione del senso di appartenenza alla propria comunità, che l’Amministrazione comunale di Campobello ha dato la propria disponibilità a sostegno dell’introduzione dell’ora autonoma di educazione alla cittadinanza nei piani di studio delle scuole di ogni ordine e grado.

Il Portavoce
Antonella Bonsignore

Condividi con i tuoi amici