Al via la realizzazione di un’Isola Ecologica per la raccolta differenziata a Mazara Due

In Primo Piano Mazara del Vallo

L’amministrazione comunale ha consegnato i lavori di realizzazione dell’Isola Ecologica per il monitoraggio, sensibilizzazione ed incentivazione alla raccolta differenziata del quartiere Mazara Due. La consegna formale all’impresa Eco XXI srl di Santa Margherita Belice, risultata aggiudicataria della procedura di affidamento per l’importo complessivo di 35mila 800 euro, è avvenuta stamani nel corso di un sopralluogo congiunto nell’area di Mazara Due dove sorgerà l’Isola Ecologica: un appezzamento di terreno di proprietà comunale di circa  340 metri quadri.

Presenti per l’Amministrazione Comunale:  l’assessore all’Ambiente Giacomo Mauro, Tatiana Perzia e Gianni Di Matteo del servizio Ecologia e Ambiente ed il direttore esecutivo del Servizio Rifiuti del Comune di Mazara del Vallo Francesco Seidita.

“Con questa isola ecologica che installeremo entro un mese nel quartiere Mazara Due – commenta l’assessore Mauro – l’amministrazione comunale punta ad incrementare la raccolta differenziata anche in questa parte di territorio, che è l’unica zona nella quale non viene effettuata la raccolta porta a porta. L’investimento è di circa 36mila euro: si tratta di una piccola parte dei fondi ottenuti dal Comune quale premialità per avere raggiunto nel 2019 in tutto il territorio comunale oltre il 65% di raccolta differenziata. L’amministrazione intende prestare grande attenzione anche e soprattutto alle periferie ma i cittadini debbono fare la loro parte ed anche a Mazara Due è giunto il momento di interrompere la triste abitudine dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti e di realizzare invece una raccolta differenziata che se pur gradualmente raggiunga percentuali accettabili. Il servizio viene affidato per 12 mesi ma verrà rinnovato qualora nei primi sette mesi le percentuali minime di raccolta di differenziata saranno pari ad almeno il  35 % sul totale di rifiuti annui prodotti nel quartiere di Mazara 2, che sono di circa 1400 tonnellate”.

Il progetto sperimentale consiste nella  realizzazione delle opere minime necessarie per l’allestimento dell’isola ecologica quali la recinzione del lotto di terreno di proprietà comunale individuato, la sistemazione del terreno, la collocazione dei cassoni, la realizzazione di un impianto di illuminazione e videosorveglianza. La gestione avrà una durata di 12 mesi rinnovabili qualora si raggiunga la percentuale minima del 35% di differenziata. L’impresa, oltre a realizzare materialmente l’Isola Ecologica, provvederà con proprio personale idoneamente formato, in collaborazione con l’Ufficio Ambiente dell’Amministrazione, al servizio di monitoraggio, sensibilizzazione ed incentivazione alla raccolta differenziata operando a supporto dell’amministrazione  nella gestione operativa delle attività connesse ai servizi di conferimento e avvio a recupero del materiale della raccolta differenziata proveniente dal quartiere di Mazara due.

L’Isola Ecologica – si legge nella relazione progettuale – avrà l’aspetto di “piccola e piacevole area urbana recintata” ed il suo impatto sarà mitigato dalla dotazione di un’adeguata e sorvegliata recinzione perimetrale, sarà dotata di un sistema di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche, dei servizi di lavaggio, di idonei sistemi di illuminazione, sicurezza e accessibilità al pubblico.

Comune di Mazara

Condividi con i tuoi amici