Casteldaccia – Mazara 2-3: i canarini vincono e si posizionano nella zona alta della classifica

Calcio In Primo Piano Mazara del Vallo Sport

Il Mazara vince la partita in casa della cenerentola del campionato contro un avversario mai domo e sempre pronto a lottare su ogni pallone, senza risparmiare fatiche. I canarini si sono dimostrati squadra tecnicamente superiore agli undici del Casteldaccia. Le due squadre si sono presentate sul manto fangoso- erboso con delle defezioni, nei padroni di casa assenti gli squalificati Cardinale e Abbate. Granata senza allenatore ma con il presidente della società che ha diretto la squadra dalla panchina. Nei padroni di casa gli ex canarini Freschi e Tinaglia. Il Mazara è stato costretto a rinunciare allo squalificato Acquaviva e agli infortunati Cortese, Grippi e Sciara. Brucculeri ha schierato tra i pali Keita, al centro della difesa Ciancimino e Licata. Esterni bassi Sammartano e Di Mercurio. A centrocampo Palazzo, Giacalone Giampaolo e Favero. Al centro dell’attacco Seckan e sulle corsie esterne Rosella e Gomez. È stata una gara dove i gialloblu hanno avuto parecchie occasioni da rete non concretizzate. Inizio di gara con azioni offensive dei padroni di casa, ma poi è stato il Mazara a prendere in mano la partita e a costruirci il risultato finale.

MAZARA: Keita, Di Mercurio, Sammartano, Palazzo, Licata, Ciancimino, Gomez, Favero, Rosella (37°s.t. Impeduglia), Giacalone G., Seckan. In Panchina: Di Carlo, Calicetto, Ms Bah, Ansaldi, Di Simone, Salvo. All. Totò Brucculeri

ARBITRO: Giuseppe Lipari della sezione di Trapani

MARCATORI: 30°p.t. Giacalone (M), 2°s.t. Palazzo (M), 8°s.t. Di Cosimo (C), 10°s.t. Seckan (M), 42°s.t. Di Cosimo (C)

AMMONITI: Freschi (C), Favero (M), Impeduglia (M)

ESPULSI: 46°s.t. Cannatella (C) dalla panchina

RECUPERO: Nel secondo tempo 5 +3

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

9° Tiro dal limite di Iynbor con parata di Keita.

11° Prima azione pericolosa del Mazara. Dalla fascia destra Di Mercurio lascia partire un cross al limite d’area, Rosella aggancia e tira in porta un bolide che finisce di poco alto sopra la traversa sfiorando il gol.

18° Punizione dal limite per i padroni di casa. Sulla battuta va Ingenio, il suo tiro termina fuori.

28° Capitan Palazzo con un secco diagonale scalda i guantoni di Tarantino che para.

30° Il Mazara va in vantaggio! Dalla sinistra Favero batte una punizione con cross a girare all’interno dell’area di rigore, dove ben appostato si fa trovare Giampaolo Giacalone che colpisce di testa gonfiando la rete.

32° Seckan inizia lo show che farà tremare la difesa avversaria. L’attaccante mazarese riceve palla in area, spalle alla porta si gira e calcia in porta. La sfera termina di poco fuori.

39° Occasione gol dei granata! Il Casteldaccia con un bel tiro dal limite d’area di Gambino fa tremare la traversa.

44° Il Mazara pressa in cerca della seconda rete e ci va vicinissimo. Servizio in area di rigore granata per Giampaolo Giacalone che aggancia, calcia e colpisce il palo interno con la palla che carambolando stava superando la linea di porta ed è stata bloccata dalla presa miracolosa di Tarantino.

SECONDO TEMPO

La gara inizia con le due formazioni che ritornano in campo senza sostituzioni.

2°s.t. Il Mazara fa subito male e raddoppia! Ottima giocata sulla fascia sinistra di Seckan che allunga il pallone per Rosella, l’attaccante vede libero e serve al limite d’area Favero che effettua un grande assist alto sull’out destro dell’area di rigore per l’accorrente Palazzo che aggancia e calcia un forte diagonale che trafigge l’incolpevole Tarantino. 0-2!

5°s.t. Il Mazara è scatenato e non si ferma. Rosella tira palla fuori!

8°s.t. Il Casteldaccia accorcia le distanze con un tiro di Di Cosimo che batte Keita. 1-2!

10°s.t. Terzo Goal gialloblu! Il Mazara non si intimorisce della rete subita e ricomincia ad attaccare. Palazzo da centrocampo inventa una verticalizzazione per lo sgusciante Seckan che palla al piede dal limite d’area di rigore supera il suo diretto avversario e lascia partire uno splendido pallonetto che si insacca imparabilmente alle spalle di Tarantino. Prima rete in campionato per l’ex Folgore!

12°s.t. Tarantino deve salvare un pericoloso colpo di testa di Ciancimino.

21°s.t. Prima sostituzione nei padroni di casa. Il presidente-allenatore fa uscire l’ex canarino Tinaglia e manda in campo Girgenti.

24°s.t. Servizio al limite d’area per l’imprendibile Seckan, l’attaccante calcia dal limite e la sfera si stampa sulla traversa.

27°s.t. Seconda sostituzione nei granata. Fuori Freschi, dentro Rosone.

28°s.t. Il Mazara ancora pericoloso con Seckan che in area in mezza girata scheggia la traversa.

34°s.t. Altro cambio granata. Entra Navara ed esce Iynbor.

36°s.t. Verticalizzazione di capitan Palazzo per Seckan che dal limite d’area tenta il pallonetto con la palla che finisce di poco alta sopra la traversa a portiere battuto.

37°s.t. Il Mazara sostituisce Rosella con Impeduglia.

40°s.t. Nel Casteldaccia esce Cannatella e dentra Nolasco.

42°s.t. Il Casteldaccia segna la seconda rete con un tiro in area di Di Cosimo che infila un raso terra sul palo alla sinistra di Keita.

L’arbitro assegna 5 minuti di recupero

46°s.t. Il direttore di gara su segnalazione dell’assistente si avvicina alla panchina del Casteldaccia ed estrae il rosso diretto per Cannatella che nonostante era stato sostituito nel corso della gara, era rimasto seduto in panchina e addirittura ha calciato una pallonata verso la panchina mazarese, colpendo il dirigente accompagnatore Vito Denaro.

Troppo nervosismo nel finale e gioco interrotto. L’arbitro decreta altri 3 minuti di recupero.

52°s.t. Il Mazara potrebbe segnare il quarto goal! Fuga dalla destra di Gomez che supera il suo diretto avversario e cross al centro dell’area, sulla sfera arriva Seckan che a porta sguarnita con un piattone manda incredibilmente alto il pallone che era destinato in fondo al sacco. Occasione sciupata!

Triplice fischio finale! Il Mazara ritorna a vincere conquistando tre punti importanti che lo posizionano al quarto posto in classifica a 17 punti, (sei punti dalla vetta) e con il ricorso in atto per riconquistare il punto tolto dal giudice sportivo in occasione della gara persa a tavolino con il Pro Favara. I canarini adesso sono chiamati alla gara di andata di Coppa Italia che si disputerà a Palermo, mercoledi 15 novembre alle ore 18, nel campo di Tommaso Natale contro il Cus Palermo. Mentre domenica 19 novembre alle 15 al Nino Vaccara sarà ospite la Parmonval.

Piero Campisi

Condividi con i tuoi amici