Centro Studi “La Voce”: l’allegra gestione della sede stradale di Via Salemi a Mazara

Mazara del Vallo

La Via Salemi è una strada a doppio senso di marcia con parcheggio a tempo in un lato e a tempo illimitato nell’altro lato e vi si  immettono un’infinità di strade non regolamentate nel senso di marcia (sensi unici alternati ) con notevole intralcio al traffico veicolare.

La Via Salemi è una sorta di strada consolare in quanto via di penetrazione nella città per  chi proviene  dall’autostrada, per mezzi della protezione civile in caso di emergenze, per tutti quelli che si recano al cimitero comunale e per tutti quelli che devono raggiungere rapidamente l’Ospedale Civile specialmente in caso di urgenze-emergenze.

Nella Via Salemi si trovano, oltre all’Ospedale:

  • la Scuola Media Statale “Luigi Pirandello” affollata di studenti e genitori sia all’ingresso che all’uscita;
  • 2 farmacie;
  • 2 supermercati alimentari;
  • 2 distributori di carburante;
  • 4 panifici;
  • un gran numero di attività commerciali di vario genere, oltre la linea ferrata, che la rende intransitabile per le lunghe file di auto che si formano quando i passaggi a livello sono chiusi.

Per questo motivo possiamo affermare che è la strada con maggiore traffico della città e che a nostro parere potrebbe essere classificata di tipo “D”, strada urbana di scorrimento, così come previsto dal codice della strada.

Fatte queste premesse vogliamo ricordare che in un recente passato, questa strada è stata oggetto di lavori di ammodernamento del costo di €. 3.790.000,00, lavori progettati e diretti dall’Ing. Nicolò Sardo (con spettanze tecniche di oltre €. 500.000,00), attualmente Ingegnere capo del Comune di Mazara del Vallo con incarico fiduciario (senza concorso) dal Sindaco Cristaldi (entrambi citati nella relazione di scioglimento del Consiglio Comunale per mafia del25.10.1993  quest’ultimo come socio occulto dello studio Sardo).

Alla data odierna non ci risulta che detti lavori siano stati collaudati, forse perché non collaudabili, presumiamo per varie difformità riscontrate anche da questo Centro Studi, quali gli scivoli per disabili ( taluni con mattoni collocati addirittura in senso pro scivolo) , le altezze dei marciapiedi non a norma di legge ed altro.

Non ci risulta, infine,  che sia stata intrapresa azione di responsabilità da parte dell’Amministrazione Comunale per le evidenti difformità.

Vogliamo ricordare che, già poco dopo l’ultimazione dei lavori, gran parte dei mattoni della pavimentazione dei marciapiedi erano  distaccati, anomalia  ancora oggi presente a distanza di anni; ciò  provoca frequenti incidenti a cui il Comune deve far fronte con cospicui risarcimenti.

Infine ci corre l’obbligo di rappresentare alla S.V. che giornalmente riceviamo lamentele per vari gazebo che recentemente sono stati collocati nella sede stradale, strutture fisse (inopinatamente autorizzate) che creano ulteriori ostacoli ai pullman, autocarri e soprattutto alle ambulanze.

Incredibilmente sono stati installati Gazebo anche sul lato della sosta a tempo!

Ma non dovrebbe essere il senso di marcia in cui si deve sostare per pochi minuti, consentendo così una rotazione delle auto?

Con la presente ci permettiamo chiedere, per dare risposte ai cittadini, se il vigente codice della strada consenta una occupazione permanente di strutture fisse al suolo nella sede stradale in un’arteria fondamentale per il traffico cittadino quale è la Via Salemi.

Torniamo, inoltre, a sollecitare una maggiore presenza dei Vigili urbani per regolamentare la viabilità e migliorare la sicurezza dato che le poche strisce pedonali sono praticamente cancellate.

Centro Studi “La Voce”
Il President
Girolamo Pipitone

Comunicato Stampa

Condividi con i tuoi amici