Coppa Italia, C.U.S. Palermo-Mazara la cronaca della partita e relativo tabellino

Calcio Mazara del Vallo Sport

Si è giocata nel campo palermitano di Tommaso Natale la gara di andata dei quarti di finale Cus Palermo – Mazara. Risultato finale 1-1! Le due compagini si sono affrontate per tutti i 90+4 minuti a viso aperto per tentare di ottenere un risultato positivo per continuare la competizione. Il risultato finale da vantaggio al Mazara per la gara di ritorno del 29 novembre, infatti ai canarini per superare il turno basterà lo 0-0 mentre i palermitani dovranno ottenere un 2-2 ecc… o vincere la gara con un gol di scarto per accedere alla semifinale che si disputerà con il Licata o la Parmonval. In quest’ultima gara favoriti i licatesi che in casa hanno battuto la Parmonval 2-0 ipotecando il probabile passaggio del turno. La partita odierna iniziata alle ore 18 disputatasi sotto i riflettori accesi ha avuto due volti. Nella prima parte Il Mazara ha sciorinato bel gioco creando diverse occasioni da rete, alcune non concretizzate per la bravura del portiere Premuda ed altre sprecate sottoporta. I canarini hanno segnato su un netto rigore realizzato da capitan Palazzo e hanno chiuso i primi 45 minuti con il vantaggio meritato. Nella ripresa i padroni di casa hanno spinto maggiormente segnando il gol del pareggio. Mazara apparso un po stanco ma che ha lottato in cerca del vantaggio. Il risultato di parità rimanda le due squadre alla gara di ritorno per decretare chi delle due andrà in semifinale regionale. Nella gara odierna mister Ferrara non ha potuto schierare l’infortunato attaccante Virga. Nella squadra di Brucculeri assenti gli infortunati: Di Carlo, Grippi, Cortese e Sciara che sedeva in panchina. L’allenatore canarino ha fatto riposare in panchina Ciancimino, al suo posto al centro della difesa Acquaviva affiancato da Licata. Esterni bassi Di Mercurio e Sammartano. A centrocampo Palazzo, Favero e Giampaolo Giacalone. In attacco Seckan centrale, sulle fasce alte Rosella e Gomez.

CUS PALERMO:Premuda, Lala (1°s.t. Fileccia), Amato, Di Franco (5°s.t. Rizzo), Cipolla, Carollo, Alioto (33°s.t. Lo Cacciato), Collura, Blandi (23°s.t. Correnti), Arena, Mercanti (1°s.t.Caronia). In panchina: Gallina, Barone, Lo Cacciato. All. Giancarlo Ferrara

MAZARA:Keita, Di Mercurio, Sammartano, Palazzo, Acquaviva, Licata, Gomez (8°s.t. Di Simone), Favero, Seckan, Rosella, Giacalone G. In panchina: Giacalone V., Calicetto, Ms Bah, Impeduglia, Ciancimino, Sciara. All.Totò Brucculeri

ARBITRO: La Verde di Caltanissetta

ASSISTENTI: Scribani e Pedalino, entrambi di Agrigento

MARCATORI: 35°p.t. Palazzo su rigore (M), 21°s.t. Caronia (CP) 

AMMONITI: Amato (CP), Di Franco (CP), Gomez (M), Favero (M), Di Simone (M) 

ESPULSI: 18°s.t. L’allenatore del Cus Palermo, Giancarlo Ferraro 

RECUPERI: Nel secondo tempo 4 minuti

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

La gara inizia con il Mazara che dimostra subito che vuole andare avanti in Coppa Italia e che vuole uscire dal campo palermitano con un risultato positivo. 5° dalla fascia destra lungo passaggio per Seckan che aggancia palla nella trequarti e lascia partire un tiro che finisce alto sopra la traversa.

13° Ci prova Favero dal limite. Il suo tiro sorvola di poco la traversa.

16° Primo affondo del Cus Palermo con un colpo di testa di Arena che impegna Keita.

30° Occasionissima gol dei canarini! Dalla zona centrale del campo Giampaolo Giacalone serve Gomez sulla fascia destra, l’esterno d’attacco effettua un cross in area dove si trova Seckan che con un colpo di testa costringe il bravissimo Premuda al prodigioso colpo di reni per deviare la palla sopra la traversa e in angolo. Salvataggio miracoloso!

35° Il Mazara è in palla e prende applausi dai tifosi gialloblu. Il vantaggio di materializza! In fase d’attacco i canarini sprecano una conclusione sotto porta, la sfera viene recuperata in area da Giampaolo Giacalone che viene steso a terra dall’uscita del portiere Premuda. L’arbitro a pochi passi dall’azione non esita e decreta il calcio di rigore. Dal dischetto capitan Palazzo tira chirurgicamente, il portiere si tuffa a destra con la palla che si insacca nell’angoletto basso del palo sinistro.

37° Il Mazara scatenato continua ad attaccare. Premuda para tutti i tiri che gli arrivano.

39° Il Mazara potrebbe raddoppiare! Seckan riceve palla al limite d’area, il portiere esce per ostacolarlo con l’attaccante mazarese che vede la porta sguarnita e calcia a botta sicura. Bravo Alioto a recuperare ed evitare che la palla superi la linea della porta.

Le squadre rientrano negli spogliatoi!

SECONDO TEMPO

Il Mazara rientra in campo con gli stessi undici del primo tempo. Il Cus Palermo lascia negli spogliatoi Lala e Mercanti, al loro posto entrano in campo Fileccia e Caronia.

4°s.t. Di Franco lascia partire un tiraccio che finisce fuori dai pali di Keita.

5°s.t. Terzo cambio nel Cus Palermo, esce Di Franco, entra Rizzo.

6°s.t. Nel Mazara si fa male Gomez e viene sostituito da Di Simone.

15°s.t. Tiro alto di Caronia.

16°s.t. Occasione goal per i canarini! Dalla fascia destra Di Mercurio serve il ben appostato Di Simone che riceve palla in area e scaraventa in porta con il portiere palermitano che gli chiude lo specchio e costringe l’attaccante a tirare alto sopra la traversa.

18°s.t. Tensione nella panchina di casa. L’arbitro allontana mister Ferrara dalla panchina.

21°s.t. Il Cus Palermo arriva al pareggio con Caronia che mette in confusione la difesa canarina. Tra una selva di gambe l’attaccante lascia partire un tiro ad effetto che si insacca in rete. Vano il tentativo di Licata di salvare sulla linea. 1-1

23°s.t. Cambio nei padroni di casa, esce Blandi entra Correnti.

33°s.t. Quinto ed ultimo cambio nel Cus. Esce Alioto, dentro Lo Cacciato.

38°s.t. Occasione gol dei gialloblu! Di Simone a tu per tu con Premuda tira una botta che costringe il portiere a salvarsi in angolo.

40°s.t. Arena fa tremare la difesa canarina. Solo, defilato da pochi passi dalla porta, calcia con il tiro finale che termina sull’esterno della rete.

La gara finisce con 4 minuti di recupero.

Piero Campisi

 

Condividi con i tuoi amici