Coronavirus. Arrivati nelle carceri Siciliani i test veloci, risultati in pochi minuti

Coronavirus Dalla Provincia Sanità Sicilia

”Dobbiamo dire grazie all’Assessore Razza che unitamente al suo staff è riuscito a consegnare 5000 tamponi rapidi per la diagnosi del covid-19 a tutto il personale di Polizia Penitenziaria in servizio in Sicilia”.
Queste sono le parole del Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia Gioacchino Veneziano che dopo l’incontro avvenuto il 17 settembre u.s all’assessorato regionale alla salute della Sicilia con l’assessore Ruggero Razza, unitamente all’assessore al territorio Toto Cordaro, è riuscito ad avere la massima attenzione, spiegando il perché la Polizia Penitenziaria ed in generale gli operatori in servizio nelle carceri avevano questa urgenza…
…”Infatti, immediatamente dopo l’interlocuzione con i vertici regionali della UILPA Polizia Penitenziari che di fatto sono Poliziotti Penitenziari, quindi profondi conoscitori della realtà carceraria, – dichiara – Veneziano…-, l’Assessore Razza ha capito perfettamente che il Covid-19 nelle carceri non era solo un problema sanitario, ma poteva riverberasi su rischi per l’ordine la sicurezza degli istituti penitenziari, ma più in generale per l’ordine pubblico…”
“…I 5.000 tamponi rapidi – espone ancora il Segretario Regionale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia …- , “consentiranno di controllare tutti i lavoratori che operano nelle strutture di competenza del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria , del Dipartimento Giustizia Minorile e quindi pure degli Uffici Esecuzione Penale Esterna, insomma” – continua Veneziano , come UILPA Polizia Penitenziaria abbiamo dato un concreto e decisivo impulso per la tutela della salute dei nostri colleghi, ma non solo della Polizia Penitenziaria, ma anche delle Funzioni Centrali…”
Ovviamente – conclude il Segretario Regionale Veneziano – il Capo del Dipartimento Presidente Bernando Petralia con l’impegno diretto ha accelerato l’operazione di assegnazione dei tamponi, che con solo tre operatori di Polizia Penitenziaria in servizio presso l’Ufficio Sicurezza e Traduzioni del PRAP della Sicilia, stanno facendo i miracoli per poterli consegnare entro domani o al massimo lunedì in tutti gli istituti e servizi penitenziari della regione.…

 

Fonte alqamah.it

Condividi con i tuoi amici