Il Presidente del Consiglio Vito Gancitano: “Giorno della Memoria occasione di riflessione”

In Primo Piano Mazara del Vallo Politica

Il Consiglio comunale di Mazara del Vallo nel “Giorno della Memoria”, la ricorrenza internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto, esprime i sentimenti di ferma condanna per il gravissimo episodio xenofobo e razzista che si è registrato nel plesso scolastico Alberto Rizzo Marino dove sono state scoperte due scritte di chiara matrice razzista.

L’episodio, se pur grave e deprecabile, non intacca la nostra naturale e consolidata vocazione di Città multiculturale, mutietnica e multireligiosa, che ci viene riconosciuta a livello internazionale.
Si tratta in ogni caso di un episodio, oltre che da condannare, da non sottovalutare e da non ridurre a semplice occasione di biasimo. E’ un episodio che deve farci riflettere ed indurci ancor di più ad impegnarci affinché soprattutto i giovani siano consapevoli dei disastri e delle sofferenze causati da razzismo, xefonobia e assolutismo. Oggi più che mai occorre guardare alle diversità di culture e religioni come un arricchimento e non come una minaccia ed oggi più che mai all’idea dell’uomo solo al comando deve prevalere la vera democrazia e la vera partecipazione.

Il Consiglio comunale di Mazara del Vallo lo scorso anno ha approvato all’unanimità la mozione subito attuata e condivisa dal Sindaco e dell’Amministrazione tutta per il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, sopravvissuta al terrore dei campi di sterminio nazisti. Il suo esempio, la sua testimonianza e la visione di film e documentari sull’Olocausto potrebbero forse indurre gli stessi autori delle scritte razziste a ravvedersi e scegliere la strada del dialogo a quella dell’odio.

Il Presidente del Consiglio Comunale  Vito Gancitano

Condividi con i tuoi amici