Interrogazione del capogruppo dell’ARS Catalfamo sull’allarme disservizi 118 lanciato dal Cons. Randazzo

Mazara del Vallo Politica

“Nell’ottica di collaborazione istituzionale tra classe dirigente e territorio, apprendo con soddisfazione dell’Interrogazione presentata all’ARS dal Gruppo Parlamentare del nostro Partito che vede il Capogruppo Antonio Catalfamo primo firmatario , con la quale si chiede urgentemente all’Assessorato Regionale alla Salute di intervenire in merito ai numerosi disservizi con i quali i nostri operatori 118 ogni giorno sono costretti a convivere. Criticità nel loro complesso, che causano numerosi disservizi ai cittadini che ne chiedono ausilio soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria . Vigileremo con costanza affinchè vengano date risposte certe e celeri , a partire dai centri di sanificazione delle ambulanze che devono essere installati in prossimità di tutte le postazioni 118 per scongiurare turni scoperti che metterebbero a rischio la salute dei cittadini con notevoli aggravi di costi a carico delle finanze della Regione visto che ogni ambulanze per essere sanificata a fine turno deve percorrere centinaia di chilometri”

Giorgio Randazzo

 

Di seguito il testo completo dell’interrogazione:

Notizie in merito alle gravi criticità riscontrate per il servizio di emergenza 118 di Trapani

Al Presidente della Regione, all’Assessore per la Salute,

Premesso che:

  • La SEUS, Sicilia Emergenza-Urgenza Sanitaria, ha la responsabilità di intervenire e garantire il soccorso medico sanitario con efficienza e tempestività e gli operatori del 118 lavorano quotidianamente per tutelare il diritto alla salute e alla cura di tutti i cittadini;
  • L’emergenza sanitaria per la pandemia da Covid-19 ha richiesto estremi sforzi a tutto il personale medico, paramedico e sanitario di tutte le strutture operanti nel territorio regionale e quelli che quotidianamente svolgono la propria attività sulle ambulanze del 118 dovrebbero essere ancora più tutelati per riuscire ad effettuare il miglior servizio di prima assistenza possibile a tutti i cittadini bisognosi di cure;

ritenuto che:

  • Per svolgere in maniera efficiente ed efficacia il proprio lavoro di primo soccorso, gli operatori del 118 devono possedere tutti i DPI e gli strumenti necessari per poter garantire la propria incolumità e intervenire tempestivamente;
  • le ambulanze sono il principale strumento e devono essere in condizioni ottimali con la giusta dotazione strumentale sanitaria e, soprattutto in questo periodo di emergenza, devono possedere tutti i requisiti e le perfette condizioni sanitarie per evitare la diffusione del contagio da Covid-19 con le ripetute e cicliche procedure di sanificazione previste dalla normativa vigente;

considerato che:

– nella nostra regione e in particolare nella provincia di Trapani, sono stati numerosi i disservizi segnalati per la gestione e la manutenzione delle ambulanze nel territorio;

– da notizie apprese risulta che la manutenzione delle ambulanze non risulta essere accurata come necessita e che alcuni mezzi non sono stati riparati e risultano non funzionanti con seri problemi nella copertura del servizio per le emergenze territoriali;

– per la sanificazione dei mezzi e degli strumenti esiste soltanto un centro con sede a Trapani che crea serie difficoltà a tutti gli operatori del territorio, togliendo loro prezioso tempo per l’ulteriore tragitto da fare per completare le procedure prima di ritornare ad essere operativi;

    per sapere:

  • Se risultino a conoscenza dei fatti esposti e quali siano gli atti disposti per garantire il diritto alla salute dei cittadini nella nostra regione e, visto gli eventi, nella provincia di Trapani;
  • se non ritengano opportuno intervenire urgentemente, anche nei confronti dell’ASP di Trapani affinchè si possano disporre i giusti e necessari provvedimenti per garantire che il personale medico, paramedico e sanitario in servizio sulle ambulanze del 118 sia nelle condizioni di operare in totale garanzia per la propria incolumità con la giusta dotazioni di strumenti di DPI;
  • se non intendano intervenire urgentemente per garantire la corretta manutenzione di tutte le ambulanze, autorizzando la sanificazione delle stesse in diverse località del territorio trapanese per consentire l’ottimizzazione di tutte le risorse, incluso il risparmio di tempo, per poter garantire a tutti i cittadini residenti e bisognosi di cure la tempestività e la sicurezza di tutti gli strumenti del servizio 118 di emergenza urgenza.

23 novembre 2020

(L’interrogante chiede la procedura d’urgenza e  risposta scritta)

                                                                                               Catalfamo

Condividi con i tuoi amici