La Polizia Stradale Sequestra 800 ricci di mare raccolti nelle acque del litorale mazarese. Applicate sanzioni e sequestro attrezzatura da sub

Cronaca In Primo Piano

Personale della Sottosezione Polizia Stradale di Alcamo e del Distaccamento Polizia Stradale di Castelvetrano nel pomeriggio di ieri, lungo l’autostrada A/29, in direzione Palermo, ha sequestrato circa 800 ricci di mare raccolti nelle acque del litorale mazarese.

Il personale della Polizia di Stato, impegnato nei servizi di vigilanza sul tratto autostradale A29, in direzione Mazara del Vallo – Palermo, ha fermato un’autovettura con a bordo due persone, diretta a Palermo, che trasportava attrezzatura per la pesca subacquea e circa 800 ricci di mare.

Richiesto l’intervento del veterinario comunale del distretto ASP di Alcamo questi, accertato lo stato vitale del pescato, ne disponeva il rilascio in mare che veniva effettuato da personale della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo, intervenuto sul posto.

L’attrezzatura da sub rinvenuta sul veicolo, comprensiva di nr.3 bombole di ossigeno e rispettivi erogatori, è stata sottoposta a sequestro amministrativo finalizzato alla successiva confisca.

Ai due responsabili sono state combinate sanzioni amministrative per la somma di circa 2000 Euro.

L’operazione rientra nell’ambito delle attività svolte dalla Polizia Stradale, finalizzate a reprimere la pesca abusiva ed il trasporto del pescato verso la città di Palermo, verosimile luogo di destinazione finale.

Questura di Trapani

 

(Foto di copertina d’archivio)

Condividi con i tuoi amici