L’assurda morte di Antonella a Palermo, caccia alla password del telefonino: la bimba aveva cambiato il codice

Cronaca Sicilia

La verità su quel che è successo mercoledì sera è tutta scritta nel telefono della piccola Antonella Sicomoro. Ma, come scrive Mariella Pagliaro sul Giornale di Sicilia in edicola, gli ultimi istanti di vita della bambina, morta a Palermo per una assurda sfida su TikTok, restano un mistero perchè imprigionati in una password necessaria ad accedere al suo cellulare che gli inquirenti non sono ancora riusciti a svelare.

Se i tecnici informatici riusciranno a individuare il codice segreto che la piccola di soli 10 anni aveva cambiato senza dirlo ai genitori allora le indagini potrebbero avere un’improvvisa accelerazione. L’inchiesta è al momento contro ignoti, per istigazione al suicidio.

Il cellulare, poggiato su una mensola del bagno, potrebbe dire se la bambina era stata contattata da qualcuno per partecipare a quella sfida mortale.

L’autopsia disposta dalla Procura ed eseguita sabato al Policlinico, intanto ha confermato che la morte della bambina è avvenuta per asfissia provocata dalla cintura che lei stessa aveva messo attorno al collo per provare a vincere la terribile e assurda sfida su TikTok a chi avrebbe resistito più tempo in quelle condizioni.

Fonte Gds

Condividi con i tuoi amici