Mazara, donate al comune tre opere realizzate nel laboratorio “Ceramiche in Città”

Mazara del Vallo

Allo studio la realizzazione di una Scuola Internazionale della Ceramica

Tre opere in ceramica realizzate nel corso dei laboratori culturali “Ceramiche in Città” saranno donate alla Città di Mazara del Vallo e collocate nel Collegio dei Gesuiti.

Lo hanno annunciato l’arch. Marco Scampinato e l’arch. Lucia Pierro nel corso di un incontro con il Sindaco della Città on. Nicola Cristaldi.

Allo studio anche il progetto di realizzare a Mazara del Vallo una sorta di Biennale della Ceramica ed una Scuola internazionale di ceramica contemporanea che coinvolga Accademie siciliane e dei Paesi rivieraschi.

I due ambiziosi progetti sarebbero la naturale prosecuzione di un lavoro culturale di alto livello realizzato con “Connecting & Creating. Sistema di reti culturali” e “Ceramiche in Città. Valorizzazione, produzione e gestione dell’arte ceramica contemporanea”, entrambi finanziati dalla Regione Siciliana con il Piano Operativo Fesr 2007-2013 ed attuati attraverso il PAC Sicilia 2007/2013 Salvaguardia, Nuove Azioni e Misure Anticicliche. Grazie a questi progetti sono stati realizzati a Mazara del Vallo laboratori di urbani di architettura e paesaggio e laboratori di cermamica, ultimo in ordine di tempo il laboratorio “La Città a pezzetti”, presso gli spazi del Giardino dell’Emiro Mazara del Vallo: una due giorni dedicata alla ceramica ed articolata mediante un Laboratorio di manipolazione e composizione di forme in argilla, rivolto ai ragazzi della scuola media, oltre ad workshop rivolto agli insegnati e ad operatori specializzati in cultura dell’infanzia e della gioventù.

I progetti, che hanno anche consentito la realizzazione di spazi fisici, in particolare l’allestimento dei nuovi spazi laboratoriali rispettivamente allocati nel Centro Polivalente di Cultura (ex Collegio dei Gesuiti) e nel Parco del Miragliano, hanno coinvolto esperti in architettura e studiosi provenienti da ogni parte del Mondo, grazie alla sinergia tra l’Amministrazione Comunale e le associazioni Autonome Forme, Amuni e Oliver Lab.

(Comune di Mazara – Ettore Bruno)

Condividi con i tuoi amici