Mazara, l’Amministrazione Comunale ricorda il 28° anniversario della strage di Capaci e della morte di Giovanni Falcone

Dal Comune In Primo Piano Mazara del Vallo

«Oggi si celebra il ventottesimo anniversario della Strage di Capaci, dove persero la vita per volontà della mafia, il magistrato Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e, i tre agenti della scorta. Con il suo eroico sacrificio, Giovanni Falcone, ha dato il coraggio alla società civile, non solo siciliana, di reagire e mobilitare coscienze ed energie a favore di una cultura della legalità. Un uomo che ha dato l’impulso alle istituzioni, alla magistratura e alle forze dell’ordine per contrastare con interventi ancora più decisi mafie e criminalità organizzata. La sua eredità è per tutti noi cittadini un patrimonio inestimabile, il suo insegnamento è che la mafia può e deve essere sconfitta. La mafia, purtroppo, rappresenta una minaccia in tutta Italia, non ci sono territori esclusi da questo pericolo che porta un rafforzamento del sistema criminale. In questa giornata, il mio ringraziamento va a tutte le Forze dell’Ordine che con il loro impegno sono sempre in prima linea per cercare di sradicare questo malvagio e terribile fenomeno. Quello che oggi serve  è l’impegno  di noi  tutti a non dimenticare, per far sì che il sacrificio di uomini come Falcone, non sia stato vano».

Lo dichiara il Sindaco Salvatore Quinci, in occasione del 28° anniversario della strage di Capaci e della morte di Giovanni Falcone.

La Portavoce del Sindaco
Mariella Quinci

Condividi con i tuoi amici