Operazione congiunta della Polizia Stradale di Alcamo e della Guardia Costiera di Mazara contro la pesca abusiva dei ricci di mare

Cronaca In Primo Piano Mazara del Vallo Sicilia

Nella giornata di ieri, martedì 2 Marzo 2021, il personale militare della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo ha eseguito un’attività di controllo congiuntamente alla Polizia Stradale di Alcamo che ha portato al sequestro di numerosi esemplari di ricci di mare. Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, i militari della Guardia costiera hanno notato la presenza di due sub nelle acque antistanti il lungomare di Mazara del Vallo, verosimilmente intenti alla pesca abusiva dei ricci di mare.

I due sub, originari di Palermo, accortisi della presenza dei militari, in prima battuta sono usciti dal mare privi di pescato ed hanno atteso che i militari lasciassero la zona per recuperare sia l’attrezzatura che le ceste contenenti gli esemplari di Echinodermi. Il personale della Capitaneria di porto ha però monitorato i due soggetti, grazie all’usilio del sistema di videosorveglianza di recente installazione, ed ha quindi segnalato l’autovettura, una Lancia Y, alla Polizia Stradale di Alcamo che ha intercettato il mezzo nei pressi dello svincolo autostradale di Gallitello procedendo al sequestro dei circa 800 esemplari di ricci di mare e dell’attrezzatura utilizzata per la pesca.

Ai due pescatori di frodo la Polizia Stradale ha inoltre comminato una sanzione amministrativa di € 1.000,00 ed i ricci di mare, ancora vivi, sono stati rilasciati nelle acque antistanti il porto dal personale militare della Guardia Costiera di Mazara del Vallo, su conforme parere del Servizio Veterinario di Trapani.

Comando Compamare Mazara del Vallo

Condividi con i tuoi amici