Operazioni di ricerca, rimozione e successivo eventuale brillamento in mare di ordigni bellici

In Primo Piano

Il sottoscritto Capitano di Fregata (CP), Capo del Circondario Marittimo e Comandante del

porto di Mazara del Vallo vista l’Ordinanza n.36/2018 di questa Capitaneria di Porto, relativa alla presenza di un presunto ordigno bellico in località Triscina (Comune di Castelvetrano), a circa 70 mt dalla

battigia, nelle acque antistanti la strada n°73; il msg di COMSUBIN/GOS/ prot. n. 52230 del 21.08.2018 con il quale si comunica la disponibilità ad effettuare una verifica circa l’eventuale presenza di ordigni bellici, così

come disposto dalla Prefettura di Trapani con nota n° 3145 ricevuta il 21/08/2018; CONSIDERATA

la necessità di emanare norme che, per quanto di competenza dell’Autorità marittima, ai fini della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana, vietino la navigazione e la balneazione nella zona di mare interessata dalle operazioni di ricognizione ed eventuale brillamento degli eventuali ordigni bellici;

VISTI gli artt. 16, 17 e 81 del C. N. e l’art. 59 del relativo Regolamento di Esecuzione.

R E N D E N O T O che in data 22 agosto 2018, dalle ore 08.00 circa e fino a termine esigenza, avranno luogo, condotte dal responsabile dei Palombari della Marina Militare Italiana, le operazioni localizzazione, identificazione, eventuale successiva rimozione ed inutilizzazione, nel punto coordinate GPS Lat. 37° 33’ 25’’N – Long. 012° 50’ 32’’E (WGS 84), di eventuali ordigni bellici rinvenuti nelle acque antistanti località Triscina del Comune di Castelvetrano.

A partire dalle ore 08.00 di domani 22 agosto 2018 e fino al termine delle operazioni summenzionate, lo specchio acqueo interessato dall’attività di brillamento è interdetto a qualsivoglia tipologia di navigazione, transito, ancoraggio e sosta di qualsiasi mezzo nautico (anche da diporto) per un raggio di metri 1000 (mille) dal punto di brillamento indicato al RENDE NOTO, nonché a qualsiasi tipo di balneazione ed attività di immersione per un raggio di metri 2000 (duemila) dal medesimo punto.

Non sono soggette al divieto:

  • le unità della Guardia costiera, del Nucleo Sdai di Augusta e delle forze di polizia in

servizio.

  • le unità adibite ad un pubblico servizio che abbiano necessità, non prorogabile, di

accedere all’area in ragione delle finalità istituzionali perseguite dall’ente di

appartenenza.

OPERAZIONI DI RICERCA, RIMOZIONE E SUCCESSIVO EVENTUALE BRILLAMENTO IN MARE DI ORDIGNI BELLICI – LOCALITÀ TRISCINA (COMUNE DI CASTELVETRANO)

Le unità in navigazione in prossimità dei limiti esterni all’area d’interdizione dovranno procedere prestando particolare attenzione e valutando l’adozione di eventuali misure aggiuntive suggerite dalla buona perizia marinaresca al fine di prevenire situazioni di potenziale pericolo.

Per quanto non espressamente previsto dalla presente Ordinanza, si fa rimando alle norme del Codice della Navigazione e/o altre norme pertinenti, comunque applicabili. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e fare osservare la presente Ordinanza. I contravventori alla presente Ordinanza, che entra in vigore immediatamente, saranno ai sensi della vigente normativa in ragione della fattispecie. La presente Ordinanza è pubblicata dalla data odierna all’albo della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo ed inclusa alla pagina “Ordinanze” del sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it/mazara-del-vallo, nonché opportuna diffusione tramite gli organi d’informazione.

La presente Ordinanza sarà trasmessa alle competenti autorità per la richiesta di emissione di apposito “Avviso ai Naviganti”.

A decorrere dalla conclusione delle eventuali operazioni di brillamento, l’Ordinanza n°36/2018 si intende abrogata.

Mazara del Vallo, 21/08/2018

IL COMANDANTE

C.F.(CP) Maurizio RICEVUTO

Condividi con i tuoi amici