Rompe le acque mentre va in ospedale e partorisce sul taxi

Sicilia

La piccola Giusy pesa quasi quattro chili e sta bene, è nata su un taxi. Domenica la mamma Mavis, 30 anni, disoccupata ghanese che vive a Palermo da cinque anni con il marito e con un altro figlio di cinque anni, ha chiamato il taxi della cooperativa Trinacria guidato dal Aldo Berrett per partorire all’ospedale Buccheri La Ferla, ma non ha fatto in tempo ad arrivare. Le acque si sono rotte prima di potere entrare in ospedale e il tassista palermitano, visibilmente emozionato, ha chiamato i medici che hanno fatto partorire la donna direttamente all’interno della vettura. Per la neonata la donna ha scelto il nome Giusy, come la moglie del datore di lavoro del marito.

Repubblica.it (Tullio Filippone)

Condividi con i tuoi amici