S.Antonio Abate, studenti trapanesi regalano quadri ai reparti dell’ospedale

Dalla Provincia Sanità Trapani

La natura, la religione, la conoscenza, l’amicizia, il dono della vita, sono alcuni fra i temi cui si ispirano i quadri realizzati  dagli studenti degli Istituti comprensivi “Giovanni XXIII” di Paceco; “G. Caccio Montalto”,” Nunzio Nasi” e  “Bassi  Catalano” di Trapani; dai  Licei: artistico “Michelangelo Buonarroti” e scientifico “Vincenzo Fardella” di Trapani, sul tema ‘Bandiere di Vita: Il valore dell’essere’ e donati all’ospedale S. Antonio Abate di Trapani.

Le opere, disposte nei reparti del presidio ospedaliero, sono state realizzate sotto la guida del personale docente dei vari Istituti,  e sono il frutto di un progetto ideato e fortemente sostenuto da Giuseppe Pantaleo, pediatra nella struttura ospedaliera trapanese  e Past  President del Kiwanis Club Elimo Paceco, con la finalità di alleviare la sofferenza dei pazienti e dei loro familiari attraverso la visione di opere d’arte che raffigurano immagini riprese dal mondo della natura con i suoi colori rasserenanti.

Le tele risentono anche dell’influenza artistica di Antonio Presti, mecenate della Fondazione Fiumara d’arte.

Alla cerimonia di consegna delle opere hanno partecipato il direttore sanitario del Presidio Ospedaliero S. Antonio Abate di Trapani, Maria Concetta Martorana,  il presidente  del Kiwanis Club Elimo Paceco, Franco Sciacca, ed il segretario del Kiwanis Club Trapani Saturno, Adolfo Di Salvo.

Apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dal direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani, che ha manifestato l’intenzione di istituire un Concorso di idee tra  Istituti d’arte e Licei artistici della provincia trapanese per dare vita ad un progetto pilota  finalizzato alla decorazione di tutti i reparti dell’ospedale S. Antonio Abate.

Condividi con i tuoi amici